Enia e Barilla si inventano il Ricettario degli avanzi


PARMA, 28 NOV. 2009 – Vecchie-nuove ricette per non sprecare cibo ancora buono e riutilizzarlo con fantasia. Sono la frittata di spaghetti e le crocchette di pollo, la "paneda" e le polpette del giorno dopo, la salsa di finocchio e la torta di pane al formaggio. Tutti piatti suggeriti dal "Ricettario degli avanzi", realizzato da Enia e Accademia Barilla. L’iniziativa è in collaborazione con Regione Emilia-Romagna, Provincia e Comune di Parma, Ato2, presentata in occasione della Settimana europea della riduzione dei rifiuti. Fino al 29 novembre è in mostra l’Emilia-Romagna che recupera, riusa e ricicla per la Settimana (European week for waste reduction), nell’ambito di un progetto europeo in cui la Regione coordina una decina di buone pratiche e azioni con Enti locali e ‘multiutilities’. Politiche di sostenibilità, educazione ambientale, progetti di consumo critico e riutilizzo delle risorse, possibili anche grazie a un continuo miglioramento della raccolta differenziata, oggi al 48%. Delle 400 inziative in programma in Italia, 71 sono organizzate in Emilia-Romagna, sottolinea l’assessore regionale all’Ambiente, Lino Zanichelli: sono "legate alla riduzione dei rifiuti, convalidate dal comitato nazionale, pari al 17,2% del totale italiano, senza contare quelle che si sono svolte comunque per sensibilizzare. La Regione sta facendo la sua parte per diffondere un approccio sempre più sostenibile, ma registriamo un protagonismo degli Enti locali e una capacità di fare rete con le aziende e le associazioni che è davvero straordinario e che ci rende ottimisti per il futuro". La Settimana europea è un’ampia campagna di comunicazione ambientale (parte del programma Life della Commissione Ue) che avvisa sulle azioni necessarie per i troppi rifiuti: produzione eco-compatibile; consumi attenti e responsabili; prolungare la vita dei prodotti; meno rifiuti gettati via. Terminata la Settimana, il Comitato promotore selezionerà fino a 5 delle 71 azioni dell’Emilia-Romagna per farle partecipare a una premiazione in programma a Bruxelles all’inizio del 2010.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet