Energia, consumi gasin Europa a -15%


RAVENNA, 20 MAR. 2013 – Negli ultimi tempi c’é stata "una forte caduta dei consumi del gas in Europa: nel 2012 c’é stato un -15% dal 2008". Lo ha detto, intervenendo all’apertura di Omc 2013, l’amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni. "Se vi avessi parlato nel 2008 – ha osservato rivolgendosi alla platea – vi avrei dato previsioni per il 2012 di consumi pari a 630 miliardi di metri cubi. Invece – ha aggiunto – nel 2012 sono stati 480 miliardi di metri cubi, quindi 150 miliardi di metri cubi in meno, che equivalgono alle esportazioni di Gazprom in Europa. Quindi – ha concluso – negli ultimi quattro anni come consumi del mercato europeo ci siamo persi una Gazprom".Parlando della situazione in Nordafrica, invece, Scaroni si è detto ottimista. "In Egitto e in Algeria – ha osservato – abbiamo attraversato gli ultimi anni senza perdere un solo barile di produzione. L’Egitto è un grande Paese, ha preso la strada giusta per riportarsi a un sistema democratico: sono molto ottimista sul futuro del Paese". Quanto alla Libia, altro Paese importante dell’area "ha vissuto un momento molto complesso. Abbiamo sospeso la produzione per un anno – ha detto Scaroni – e abbiamo ripreso a pieno regime da otto mesi: vedo la situazione migliorata, con meno armi per strada, più ordine e voglia di ripartire. E’ un Paese molto ricco e non mancano le condizioni per maggiore democrazia e più benessere". Il numero uno dell’Eni ha poi toccato il tasto dell’Iraq, definito un "Eldorado. Quando si è aperto il mercato in Iraq ci siamo buttati a capofitto, c’é un grande futuro. Nella zona di Bassora, nel mega giacimento di Zubair, stiamo riportando la produzione" che compete ad un singolo giacimento: all’epoca dell’assegnazione di Zubair, ha puntualizzato Scaroni, "produceva 150 mila barili al giorno, abbiamo raggiunto il plateau assegnatoci e nel 2016 dovremmo centrare il target contrattuale di produzione di 1,2 milioni di barili al giorno". Infine, ha concluso Scaroni, "non consideriamo tra le nostre opzioni quella di andare in Kurdistan".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet