Enel arriva a Reggioe regala il Parmigiano


REGGIO EMILIA, 20 LUG. 2012 – Non ci poteva essere giorno più azzeccato per l’inaugurazione del rinnovato punto Enel di Reggio Emilia. Pur già in funzione da mesi, l’azienda ha voluto far combaciare il taglio del nastro ufficiale con "La bontà e una forma di energia", la due giorni di distribuzione gratuita di Parmigiano Reggiano proveniente dalle zone colpite dal sisma. In Italia, in tutti i punti Enel, sono state regalate 7.150 forme, per un totale di oltre 35 quintali, grazie anche alla collaborazione del Consorzio del Parmigiano Reggiano.Così il nuovo corso dello sportello di Reggio Emilia ha assunto un sapore tutto particolare: "Oggi è una giornata di rilancio simbolico di tutta questa comunità", ha sottolineato Gianfilippo Mancini, direttore della divisione mercato di Enel. A fargli eco Luciano Martelli, responsabile delle relazioni esterne: "In questi giorni l’Emilia si sta rimboccando le maniche e noi vogliamo fare lo stesso". A ringraziarli, a nome di tutto il territorio, comprese le zone vittime del sisma, il sindaco Graziano Delrio: "La vostra vicinanza all’Emilia è un segnale forte, come questa iniziativa che ridà speranza all’intera comunità". Enel, infatti, ha già aperto nelle zone terremotate quattro punti mobili, oltre ad altre iniziative di sostegno concreto: come lo stanziamento di 200.000 euro di Enel Cuore Onlus per la Casa dei malati di Alzheimer di Mirandola, l’adozione dei campi di Finale, la partnership per il concerto di Claudio Abbado e le numerose raccolte fondi tra i dipendenti. Il nuovo punto Enel di Reggio segue le inaugurazioni di Modena, Rimini, Forlì e Piacenza. Imminenti anche quelle di Parma e Ferrara, dove oggi i servizi sono erogati in un container. Chiuderà il cerchio, a inizio 2013, Bologna. Anche a Reggio, Enel ha scelto l’innovazione e la tecnologia, ma senza dimenticare l’importanza della comunicazione faccia a faccia. Così, quasi unico in Europa, il totem elimina code è consultabile in 12 lingue e in due postazioni multimediali sarà possibile avvalersi di un traduttore simultaneo e di consulenti collegati in video da remoto. In totale gli sportelli saranno nove, aperti da lunedì al giovedì dalle 8.30 alle 15 e il venerdì fino alle 12.30: "Per noi il contatto con il cliente significa generare prima di tutto un legame con le persone. Questi sono i valori che ci guidano", ha concluso Mancini.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet