Bper, domani assemblea per approvare l’aumento di capitale


Domani a partire dalle ore 9, presso i locali di Modena Fiere, si terrà l’assemblea straordinaria dei soci di Banca Popolare dell’Emilia Romagna per approvare l’aumento di capitale fino a 750 milioni di euro deliberato nel corso dell’ultimo cda. Si tratta anche della prima assemblea che vedrà il dott. Alessandro Vandelli nella veste di Amministratore Delegato. E proprio il nuovo AD è stato protagonista di un’intervista esclusiva realizzata dal nostro direttore Ettore Tazzioli che andrà in onda questa sera su Trc alle 21.50.

 

I vent’anni di attività di EmilRo Factor, società di factoring del Gruppo BPER, saranno ricordati lunedì 9 giugno a Bologna con un evento che offrirà l’occasione per fare il punto sull’attività svolta e sulle prospettive di sviluppo. La giornata avrà inizio alle 15 a Palazzo Isolani, in via Santo Stefano 16, con una tavola rotonda sul tema “Factoring e internazionalizzazione” che dopo i saluti di Alberto Cilloni, presidente di EmilRo Factor, e l’introduzione di Alessandro Carretta, segretario generale dell’associazione di settore Assifact, vedrà gli interventi di Fabrizio Togni, direttore generale BPER, Panos Lolos, direttore commerciale dell’azienda greca Halcos sa., Giuseppe Torluccio, professore di economia degli intermediari finanziari all’Università di Bologna, e Paolo Licciardello, amministratore delegato di EmilRo Factor.

 

Al termine della tavola rotonda si terrà una cerimonia per celebrare l’importante traguardo raggiunto. “Venti anni di crescita costante – dichiara a questo proposito l’amministratore delegato Licciardello – rappresentano una garanzia per il futuro della nostra società, consentendole di consolidare e affermare ulteriormente il proprio ruolo, quale strumento complementare e sinergico, all’interno del Gruppo BPER”.
Emilia Romagna Factor spa è stata fondata nel 1994 con il nome Cremonini Factor su iniziativa del Gruppo Cremonini. Nel 1996, dopo la trasformazione da società “captive” a “pluricaptive”, ha assunto l’attuale ragione sociale, trasferendo la sede a Bologna. In seguito la base sociale si è allargata ad altri azionisti industriali e bancari fino al 2010, quando la società è entrata a far parte del Gruppo BPER a seguito della fusione per incorporazione di ABF Factoring e dell’acquisizione di Meliorfactor. Oggi il Gruppo BPER detiene il 69,2% del capitale della società.

 

 

Emilia Romagna Factor ha acquisito negli anni sempre maggiore visibilità nazionale e internazionale ed è attualmente posizionata tra le prime dieci società di factoring in Italia, con un patrimonio netto pari a circa 80 milioni di euro. Il bilancio 2013 ha registrato dati molto positivi, pur in un contesto economico ancora problematico, chiudendo con un utile di esercizio di 4 milioni e 376 mila euro.

 

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet