Emilbanca, utile netto del primo semestre a 3,5 milioni di euro


Si è chiuso con una raccolta totale intorno ai 5 miliardi di euro con un incremento di circa
151 milioni di euro, pari al 3,2%, rispetto al dato dello stesso periodo dello scorso anno, il primo semestre del 2018 per Emilbanca, Bcc presente nelle province di Bologna, Modena,
Ferrara, Reggio Emilia, Parma e Mantova. Gli impieghi vivi, si legge in una nota dell’istituto, si sono attestati sui 2,5 miliardi di euro con una crescita di 165 milioni, pari al 6,9%,
sul primo semestre 2017 trascinata dal comparto mutui: sono stati 2.896 quelli erogati per un controvalore di oltre 280 milioni di euro. Numeri, spiega la banca emiliana, che hanno
fatto “salire l’utile netto, in linea con le previsioni, a oltre 3,5 milioni di euro”.
La prima metà del 2018, inoltre, “è stata caratterizzata anche da un’importante operazione straordinaria di cessione di Npl per quasi 90 milioni di euro alla quale poi ha fatto seguito
una seconda, ma a luglio, per altri 55 milioni di euro, grazie alla quale, al 30 giugno scorso, la copertura delle sofferenze residue era pari al 77,36% e quella delle inadempienze al
36,17%”. Nel dettaglio, conclude la nota, “considerando tutte le cessioni di Npl, il rapporto sofferenze lorde/impieghi lordi di Emil Banca è sceso al 2,61% mentre il rapporto sofferenze
nette/impieghi netti è sceso allo 0,77%”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet