Da Emil Banca 50 milioni per finanziamenti a danni da maltempo


Sostenere le aziende agricole dell’Emilia Romagna affinché possano ripartire dopo un’estate disastrosa tra siccità, grandine e vento forte che hanno pesato sulle campagne per danni superiori ai 300 milioni di euro. È questo l’obiettivo dell’accordo raggiunto tra Coldiretti Emilia Romagna ed Emil Banca Credito Cooperativo. Lo comunica Coldiretti Emilia Romagna ricordando che l’accordo, firmato dal presidente regionale di Coldiretti, Mauro Tonello e dal direttore generale di Emi Banca, Daniele Ravaglia, prevede lo stanziamento di 50 milioni di euro per finanziamenti a medio termine a favore delle aziende agricole che hanno subito danni in termini di minori ricavi o maggiori costi a seguito della siccità e del maltempo nel 2017. Emil Banca – sottolinea Coldiretti Emilia Romagna – riconosce particolari condizioni economiche agli associati di Coldiretti regionale, con particolare riferimento alle province di Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma e Ferrara. L’accordo prevede un finanziamento per singola azienda fino ad un massimo di 100 mila euro per una durata di minimo 24 e massimo 36 mesi ad un tasso fisso di 1,90%, con un preammortamento di massimo 6 mesi al tasso fisso di 0,60%. Per poter accedere a questi finanziamenti gli agricoltori dovranno presentare una semplice autocertificazione siglata da Coldiretti con una stima del mancato ricavo o dei maggiori costi sostenuti dall’azienda a causa della siccità o di altre calamità naturali, come grandine e vento forte. Le domande vanno inoltrate ad Emil Banca entro il prossimo 28 febbraio.

“Siccità e maltempo – ha detto il presidente di Coldiretti Emilia Romagna, Mauro Tonello – hanno reso difficile la vita agli imprenditori agricolo anche sul piano finanziario. Il soccorso che può arrivare attraverso l’accordo Coldiretti-Emilbanca è fornire alle aziende quella liquidità che serve nell’immediato per sistemare i danni e avere la tranquillità per affrontare la chiusura dei conti del 2017 e riprendere le attività per il nuovo anno con più serenità. È una iniziativa che può avere sviluppi futuri. Crediamo, infatti, che ci sia oggi l’esigenza di mettere in campo anche prodotti innovativi anche per l’acquisizione dei terreni, di attrezzature agricole innovative. Abbiamo aziende che vogliono crescere e l’aspetto finanziario è fondamentale”.

“Le banche di credito cooperativo sono nate per aiutare i contadini dell’inizio del secolo scorso ad affrancarsi dalla povertà – ha commentato il direttore generale di Emil Banca, Daniele Ravaglia – Con questo accordo ribadiamo la nostra vicinanza al mondo contadino cercando di fare la nostra parte per far superare ad un settore strategico per l’economia regionale le difficoltà date da una stagione davvero devastante. Grazie all’accordo con Coldiretti riusciremo a farlo attraverso un prodotto finanziario che, oltre che economicamente vantaggioso, è anche molto snello e richiede poca burocrazia”.

L’accordo è stato – informa Coldiretti regionale – il primo passo di una collaborazione che entrambe le parti intendono estendere per rispondere alle esigenze finanziarie della imprese agricole. In particolare Coldiretti Emilia Romagna ed Emil Banca stanno valutando la possibilità di mettere a punto insieme a Creditagri Italia, consorzio fidi di Coldiretti, un prodotto per l’acquisto di terreni.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet