Emergenza casa: nasce “Hoso”, abitazioni per tutti


© Trc-Telemodena 2009MODENA, 13 FEB. 2009 – Un appartamento bello, di qualità, pagando un affitto mensile inferiore ai prezzi di mercato. Impossibile? Non per gli architetti e i soci che hanno costituito l’associazione Hoso, prendendo spuntato da analoghe iniziative già sperimentate in Germania e nell’Europa del nord. Di fronte al numero sempre crescente, anche a causa della crisi, di famiglia in difficoltà economica e alle scarse risorse a disposizione di Governo ed enti locali, con i fondi per il piano di edilizia popolare sostanzialmente bloccati, Hoso propone di affidare ad imprese specializzate la costruzione di alloggi sociali da mettere poi sul mercato a prezzi convenienti. Le case popolari di un tempo, realizzate però da privati e non da soggetti pubblici. Il segreto sta nella possibilità di avere i terreni in concessione dai comuni a prezzi agevolati, nell’abbattere i costi di costruzione, ricorrendo ad elementi modulari, e nell’ottimizzare il progetto in modo da ridurre le future spese di gestione e di manutenzione, grazie a soluzioni energetiche e ambientali all’avanguardia. Sfida complessa ma non impossibile, dunque, anche a giudicare dai soci che hanno aderito a Hoso: Apmi, Cna, Lapam, Ance, Cooperativa Muratori San Felice, Stf, Norma srl, Cme, cui si aggiungono i partner tecnici e due istituti bancari, pronti a sostenere l’investimento. “Adesso – ci hanno detto stamattina gli architetti Gibertoni, Boldrini e Venturelli e l’ingegnere Giacobazzi che hanno messo a punto i primi progetti – speriamo che qualche amministrazione pubblica raccolga questa sfida”. E Modena sembra già pronta.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet