Emak, in tre mesi ricavi a 119,2 milioni


Il Gruppo Emak ha realizzato nel primo trimestre ricavi consolidati pari a 119,2 milioni, rispetto a 114,3 milioni dello scorso esercizio, in aumento del 4,3%. Tale incremento deriva dalla crescita organica per il 3,5% e dall’effetto positivo del cambio per lo 0,8%. Sono alcuni dei dati con cui il Consiglio di Amministrazione di Emak Spa (MTA, STAR)- società reggiana a capo di uno dei maggiori gruppi a livello globale nei settori dell’outdoor power equipment, delle pompe e del water jetting, e dei relativi componenti ed accessori – ha approvato i risultati consolidati del primo trimestre 2017. L’EBITDA ha raggiunto il valore di 17,3 milioni, pari al 14,5% dei ricavi rispetto a 15,7 milioni pari al 13,8% dei ricavi del primo trimestre 2016. L’incremento del 9,8% del risultato del periodo è da ricondursi per la maggior parte alla crescita del fatturato che ha generato una leva operativa positiva. L’utile operativo è stato pari a 14,2 milioni, contro 12,7 milioni dell’anno scorso. L’utile netto del primo trimestre 2017 è pari a 9,2 milioni, contro 7,3 milioni del pari periodo 2016, in aumento del 26,3%. L’autofinanziamento gestionale è pari a 12,3 milioni, contro 10,3 milioni del primo trimestre 2016. Gli investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali effettuati nel corso del primo trimestre 2017 ammontano a complessivi 4,2 milioni. Il patrimonio netto consolidato al 31 marzo 2017 è pari a 191,1 milioni contro 181,7 milioni al 31 dicembre 2016. La posizione finanziaria netta passiva si attesta a 100,9 milioni al 31 marzo 2017 contro 125,1 milioni al 31 marzo 2016 e 80,1 milioni al 31 dicembre 2016.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet