Emak, specialisti verde a conquista nuovi mercati


Sono due le direttrici di sviluppo per il gruppo Emak di Bagnolo in Piano (Reggio Emilia),
una delle maggiori realtà globali nella produzione di soluzioni innovative per il giardinaggio, l’attività forestale e l’agricoltura, con oltre duecento modelli di tagliasiepi, motoseghe e motozappe. “La prima riguarda l’Europa, in cui sta esplodendo la richiesta di prodotti a batteria, sia per ragioni di comodità pratica sia per ragioni ambientali. Per noi è un cambiamento di pelle importantissimo, visto che siamo nati e cresciuti per 40 anni con i motori a scoppio. La domanda si sta spostando in quella direzione e ci siamo fatti trovare pronti, con una gamma di attrezzi a batteria che lanceremo in autunno”. La seconda direttrice riguarda l’espansione in nuovi mercati, “in particolare Sud America e Asia, che hanno margini di crescita enormi e per i quali stiamo lanciando una gamma di prodotti dedicati ad abitudini, usi e prezzi di quelle aree”. Quotato in Borsa da vent’anni, nell’ultimo anno il titolo è salito del 66%. Nel 2017 i ricavi consolidati sono stati pari a 422 milioni, con un aumento del 7,7%, I dipendenti del gruppo,
tra società controllate e collegate, sono duemila. Presente direttamente in 13 Paesi, sono 85 quelli raggiunti dai suoi marchi, con 135 distributori e 22mila punti vendita. Con quattro marchi commerciali (Efco, Oleo-Mac, Bertolini e Nibbi), conosciuti da professionisti e hobbysti in tutto il mondo, altrettante unità produttive e venti famiglie di prodotto, “possiamo dire – commenta Masini – di essere una realtà in costante crescita”. Le aree di business del gruppo sono tre: ‘Outdoor power equipment’ produce macchine per giardinaggio, agricoltura e attività forestali; ‘High pressure water jetting’ è l’area specializzata in pompe per l’industria e idropulitrici; l’area componenti e accessori, infine, realizza prodotti per tutti gli altri settori del gruppo.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet