Elezioni, Giancarlo Pellacani sfida Pighi


©TRC/TelemodenaMODENA, 23 GEN. 2009 – Per Giancarlo Pellacani è ormai fatta. L’ex rettore è pronto a lanciare il guanto di sfida a Pighi. L’intesa sul suo nome, nel Popolo della libertà di Modena sembra raggiunta, anche se c’è la concreta possibilità, ormai quasi certa, che né Lega Nord né Udc, che per prima aveva lanciato l’idea Pellacani, ne sostengano la candidatura. Stamattina, però, nel corso della conferenza stampa di presentazione del primo corso di formazione politica che partirà domani, i vertici del Pdl modenese hanno sottolineato che “L’alleanza con la Lega Nord non sarà messa in discussione dall’eventuale candidatura di Manfredini”.FERRERO SUL FUTURO DI PRCIl futuro di Rifondazione Comunista dopo l’ufficializzazione dell’uscita di Nichi Vendola era al centro dell’incontro pubblico che si è tenuto ieri sera presso il Palazzo Europa di Modena. E’ stata un’occasione per fare il punto della situazione politica interna al partito, a sei mesi dal congresso nazionale che ha eletto Paolo Ferrero segretario nazionale. Un momento di grandi cambiamenti per la sinistra sia a livello nazionale che a livello locale, soprattutto in vista delle elezioni amministrative in programma nel mese di giugno. Durante la serata di ieri sono intervenuti, inoltre, un lavoratore licenziato dalla Maserati, una studentessa del collettivo universitario, un attivista del referendum contro la privatizzazione di Aimag e un membro del Forum Palestina. Tutti temi su cui in questo periodo Rifondazione è maggiormente impegnata. Il segretario Ferrero ha, infine, commentato la firma, avvenuta ieri in serata, di Cisl, Uil e Ugl che hanno siglato l’accordo per la riforma del modello contrattuale con il Governo e Confindustria.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet