Elezioni Bologna. Cinzia Cracchi in corsa


BOLOGNA, 17 MAR. 2011 – Nelle elezioni amministrative di Bologna si parla nuovamente di lei. Di Cinzia Cracchi, la ‘famme fatale’ che con le sue dichiarazioni ha portato il suo ex compagno Flavio Delbono alle dimissioni da sindaco, per una storia di viaggi pagati con soldi pubblici ai tempi in cui era vicepresidente della Regione. La protagonista del Cinzia-gate ha accettato di fare la capolista nella lista civica Nettuna, la formazione politica che candida a sindaco l’avvocato Angelo Maria Carcano.Le motivazioni che hanno spinto Cinzia Cracchi a tentare di guadagnarsi un posto in Consiglio comunale si sapranno in una conferenza stampa sabato alle 12,30 a Palazzo Tanari in piazza della Pioggia. Per ora si sa che a convincerla è stata un incontro di ieri con Carcano. Per lei, comunque, non è la prima volta in politica. Si candidò alle comunali del 2004 nella lista ‘Riformisti per Bologna’, raccogliendo 170 voti.L’avvocato Angelo Maria Carcano è il candidato sindaco che si è presentato all’inizio di marzo sponsorizzato dal segretario della Uil Angeletti. Si definisce l’unico vero candidato civico, precisando che nella sua lista ci saranno persone sia di destra sia di sinistra. Nel suo programma il controllo 24 ore su 24 via telecamere della città, 50.000 arbusti anti-inquinamento e un quartiere nuovo di zecca, ‘la Rinascita’, da far progettare ad un archi-star stile Renzo Piano in zona Fiera.Probabile però, a questo punto, che la candidatura della persona che, con i suoi racconti, ha portato alle dimissioni di un sindaco di cui era compagna e segretaria, ad un’inchiesta della magistratura, e ad un lungo e inedito commissariamento, oscuri sia il programma sia i motivi politici della candidatura.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet