Eleonora Calesini sempre in condizioni critiche


in collaborazione con Teleromagna10 APR. 2009 – Sono sempre a rischio, così le definiscono i sanitari dell’ospedale di Teramo, le condizioni di Eleonora Calesini, la ventenne riminese estratta miracolosamente viva dopo essere rimasta oltre 42 ore sotto alle macerie della casa dello studente di L’Aquila. I medici del reparto di rianimazione tengono Eleonora sotto sedazione, collegandola ad un ventilatore meccanico che si sostituisce alla respirazione autonoma. I problemi fisici maggiori arrivano non tanto dallo schiacciamento degli arti, ma dalle complicazioni dell’apparato renale che potrebbe bloccarsi. Anche una gamba desta, però, molta preoccupazione. Dal ginocchio in giù è rimasta per quasi due giorni ininterrotti bloccata sotto le macerie. I genitori di Eleonora sono costantemente accanto a lei.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet