Electrolux, firmata l’intesa a Palazzo Chigi


Firmato a palazzo Chigi l’intesa Electrolux con il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Siglano l’accordo che salvaguardia la presenza del gruppo svedese in Italia anche i ministri del Lavoro e politiche sociali, Giuliano Poletti, e dello Sviluppo economico, Federica Guidi, i sindacati metalmeccanici di Fiom, Fim e Uilm e i presidenti delle quattro regioni interessate Debora Serracchiani (Friuli Venezia Giulia), Vasco Errani (Emilia Romagna), Roberto Maroni (Lombardia) e Luca Zaia (Veneto).

 
“Ringrazio le parti sociali per il lavoro svolto, una dimostrazione di grandissimo senso di responsabilità in una trattativa che ha avuto momenti drammatici. Si è dimostrato che con senso di responsabilità si può fare occupazione, nuovi prodotti e innovazione e mantenere produzioni competitive”. Così il ministro dello Sviluppo Federica Guidi dopo la firma dell’accordo su Electrolux.

 
“Siamo felici di questo risultato. Siamo molto impegnati a difendere i presidi industriali”. Ha commentato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio. “Il governo vuole continuare a difendere i lavoratori e creare le condizioni perché le imprese investano in Italia”, afferma Delrio.

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet