Edmondo Berselli, il ricordo di un “gran genio”


MODENA, 11 APR. 2012 – Sono tante le ragioni che fanno sembrare ancora più lunghi i due anni trascorsi senza Edmondo Berselli. L’intellettuale modenese prematuramente scomparso l’11 aprile del 2010 sarebbe stato infatti un riferimento prezioso in questo periodo difficile per il nostro paese: una voce competente nell’analisi delle vicissitudini politiche ed economiche, ma anche uno sguardo lucido nell’indagare la nostra società, soffermandosi su fatti solo in apparenza più frivoli e banali. E’ per celebrare la poliedricità del suo lavoro che il comitato Amici di Edmondo Berselli ha deciso di realizzare “Quel gran genio del mio amico”, una tre giorni all’insegna del ricordo che approfondirà i vari aspetti dell’attività del giornalista e scrittore, beneficiando della presenza di suoi illustri colleghi. Si comincia domani con l’economia: Ezio Mauro e Ilvo Diamanti di Repubblica presenteranno la nuova edizione del suo ultimo libro "L’economia giusta", ripubblicato da Einaudi con la prefazione di Romano Prodi. Venerdì sarà il giorno della scrittura, con Gad Lerner e Danilo Mainardi per la prima dell’ebook di Mondadori "E chi lo porta fuori il cane?", che esce proprio oggi. E sabato si ripercorreranno le gesta del Berselli televisivo con le proiezioni di puntate di programmi per Rai2, introdotte da Riccardo Bocca dell’Espresso e Michele Bovi di Rai1.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet