Edilizia, segno più solo nell’area del cratere


Le due facce dell’edilizia a Modena passano attraverso l’area del cratere. I dati presentati dall’Ance portano per la per la prima volta dopo molto tempo il segno “più”: crescono infatti sia le imprese attive (5,6%) che i lavoratori e le ore lavorate. Approfondendo i dati, emerge però che la ripresa nella nostra provincia è legata solo alla ricostruzione. Per il resto,i numeri confermano come la crisi delle costruzioni stia colpendo soprattutto Modena e l’Emilia Romagna.
I pesanti effetti del sisma del maggio 2012 hanno reso necessario attivare i lavori che però vedono all’opera aziende provenienti spesso da fuori provincia. Da qui l’appello dell’Ance contro i cosiddetti “appalti ad invito”. La critica più dura l’Ance la muove in merito al pagamento dei lavori: “l’obbligo a pagare entro 60 giorni è diventato legge dello Stato ma spesso – dice Betti – continua ad essere eluso costringendo le imprese edili a fare da finanziatrici degli enti pubblici”.

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet