E’Tv-L’informazione, il Cdr invoca l’aiuto della Chiesa


BOLOGNA, 19 SET 2009 – I giornalisti del gruppo editoriale E’Tv-L’Informazione invocano l’intervento della Chiesa bolognese. "In un momento così delicato – si legge nella lettera indirizzata dal Comitato di Redazione alla Fondazione Lercaro, al Vescovo ausiliare di Bologna monsignor Ernesto Vecchi e al Cardinale Carlo Caffarra – è importante avere la solidarietà delle istituzioni della città in cui da anni lavorano garantendo la pluralità d’informazione. Ecco perché ci permettiamo di chiedere il Loro simbolico intervento, visto il valore che da sempre la Chiesa attribuisce alle persone e al lavoro".I giornalisti dell’Informazione-Il Domani del gruppo E’Tv- L’Informazione sottolineano che "la proprietà, il Gruppo Spallanzani, ha annunciato pesanti tagli al personale giornalistico con l’apertura di una procedura per la messa in mobilità di 37 dei 67 professionisti attualmente assunti nelle redazioni di Reggio, Modena e Bologna, oltre al mancato rinnovo di tutti i contratti a termine. Si tratta di un programma di tagli drastico che riguarda indistintamente i giornalisti della carta stampata e delle televisioni presentato senza un piano industriale e senza un piano di rilancio. Di fatto è stata proposta la cancellazione di decine di posti di lavoro, mettendo a rischio la sopravvivenza dell’azienda e dimezzando il patrimonio di professionalità che essa rappresenta". "I giornalisti – ricordano nella lettera a Caffarra e Vecchi – hanno respinto con forza il piano di tagli presentato e stanno lottando per salvare il posto di lavoro, salvaguardare le proprie famiglie ma anche il futuro dell’azienda. Per questo motivo dallo scorso martedì hanno messo in campo iniziative di mobilitazione"

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet