E’-Tv. Campagnoli: “Gli impegni presi non sono stati rispettati”


BOLOGNA, 18 SET. 2009 – I patti non prevedevano l’attuale scenario di drastico ridimensionamento. La pensa così Duccio Campagnoli sul caso E’Tv-L’Informazione. "I tagli e i licenziamenti sono inaccettabili perché contraddicono gli impegni presi dal Gruppo Spallanzani solo pochi mesi fa", ha detto l’assessore regionale alle Attività Produttive in una lettera aperta inviata alla proprietà del gruppo Spallanzani e ai responsabili delle società interessate, "per richiamare gli impegni a suo tempo assunti". Nel documento Campagnoli ha chiesto il ritiro della procedura di mobilità annunciando l’attenzione della Regione per il confronto sindacale. "I tagli e i licenziamenti annunziati dalla proprietà e dalla direzione del gruppo Spallanzani per i quotidiani e per la tv – ha commentato Campagnoli in una dichiarazione – sono gravi e inaccettabili perché contraddicono tutti gli impegni presi anche al tavolo istituzionale e con accordi precisi al momento del passaggio de ‘Il Domani’ da Legacoop al Gruppo Spallanzani. Chiediamo innanzitutto che venga ritirata la procedura di mobilità e che si discuta sulla base dei piani e dei conti a suo tempo esposti – sottolinea l’ assessore – Non si può dimenticare peraltro che proprio a seguito di quegli accordi il gruppo ha avuto accesso ai finanziamenti previsti dalla legge nazionale sulla stampa. La Regione – ha assicura Campagnoli – seguirà con tutta l’attenzione necessaria il confronto sindacale che ora si deve aprire e richiama sin d’ora il gruppo al rispetto degli impegni assunti".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet