E il Pd adesso litiga anche sulle feste estive


19 LUG 2009 – "Una battuta infelice", "inelegante": così il segretario del Pd di Imola, Fabrizio Castellari, in una lettera aperta indirizzata a Piero Fassino, definisce le parole di quest’ultimo che aveva lamentato il mancato invito alla Festa imolese dopo il suo sostegno alla candidatura di Dario Franceschini. "Carissimo Piero – si legge nella lettera – per la stima che portiamo verso la tua persona ed il tuo appassionato impegno politico abbiamo letto con sorpresa sulla stampa nazionale una tua battuta infelice circa il tuo mancato coinvolgimento alla nostra festa estiva, a tuo dire dopo dieci anni di ininterrotta presenza". Castellari ricorda "i fatti", e cioé che Fassino manca alla Festa da 6 anni: "negli ultimi dieci hai fatto tappa alla nostra kermesse soltanto due volte, l’ultima nel 2003", mentre è vero che Imola lo ha invitato a numerose altre iniziative."Una battuta infelice, quella tua di ieri – prosegue la lettera – e tra l’altro l’ironia della sorte ha voluto che cadesse proprio all’indomani della presenza alla nostra festa 2009 della senatrice Anna Serafini, in un dibattito pubblico". Anna Serfaini (per chi non lo sapesse, è la compagna di Piero Fassino). "E’ sempre inelegante tirare gli argomenti ai propri fini – insiste Castellari – anche quando non si prestano o sono del tutto infondati, quando non poggiano su nulla. Ed è triste quando a farlo sono personalità del tuo livello, così limpidamente serie e coerenti". Castellari invita a non leggere il programma della Festa di Imola "con gli occhiali della dinamica congressuale a propri fini", perché essa è stata organizzata "mesi prima", e anche perché "sono state inequivocabilmente ben rappresentate tutte le istanze, incluse le iniziative con l’On. Giuseppe Fioroni e la senatrice Mariangela Bastico". Infine Castellari invita Fassino "ad essere presente alla nostra festa per tutti i prossimi dieci anni, diversamente dai dieci che abbiamo alle spalle. Per rinnovarti la stima e la fiducia – conclude – di un popolo che ti ammira davvero, senza infingimenti ed al di là di ogni dinamica congressuale".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet