E adesso Matteucci vuol vietare i balli in spiaggia


in collaborazione con Teleromagna17 FEB. 2009 – Non accetteremo ulteriori limitazioni alle feste in spiaggia. Questo il succo di un comunicato diramato dall’Ascom ravennate in merito all’annuncio che presto il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci diramerà un’ordinanza con la quale sarà vietato il ballo in spiaggia dopo le 20 la domenica sera. Con l’avvicinarsi della nuova stagione balneare si riapre il dibattito sulle audizioni musicali, gli intrattenimenti vari e, soprattutto, le serate danzanti e il sindacato balneari Ascom Confcommercio di Ravenna interviene dicendo che anche se ancora non sono conosciute tutte le misure della prossima Ordinanza Comunale viene ribadita la contrarietà a qualsiasi ulteriore limitazione che riguardi le feste danzanti sul litorale. Durante un incontro avvenuto lo scorso gennaio il Sindaco Matteucci ha comunicato, sottolineano dal sindacato, l’intenzione della Giunta comunale di fare terminare gli intrattenimenti danzanti negli stabilimenti balneari nella sola giornata di domenica alle ore 20. Una misura che penalizzerebbe solo alcune delle strutture autorizzate a questi intrattenimenti, la maggior parte dei quali sono in programma il sabato sera, quando sono state riscontrate le maggiori criticità per quanto riguarda ordine e sicurezza. Nel caso questa dovesse risultare la decisione definitiva ribadiamo la nostra disapprovazione per un provvedimento che arrecherebbe solo ad alcuni stabilimenti un danno irreversibile. Negli ultimi anni, concludono dal sindacato balneari, diversi stabilimenti si sono dotati di misure tecnologiche appropriate, affrontando anche manutenzioni e ristrutturazioni edilizie e potenziando il personale addetto alla sicurezza con cospicui investimenti economici per garantire il corretto svolgimento della propria attività e la sicurezza e incolumità di chi la frequenta.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet