Due ristoranti a New Yorknel futuro di Barilla


PARMA, 11 DIC. 2012 – Un aumento delle vendite del 2%, ma con profitti in calo a causa dell’aumento dei costi delle materie prime che non è stato riversato sui consumatori. Si chiuderà così il 2012 di Barilla, lo ha annunciato l’ad Claudio Colzani in un incontro con la stampa insieme al presidente Guido Barilla. Quanto al futuro, l’azienda alimentare punta a raddoppiare il fatturato (3,9 miliardi nel 2011), facendo crescere la presenza nei mercati emergenti, Cina compresa.Tra i programmi dell’azienda annunciati da Colzani e Guido Barilla c’è anche l’apertura di due ristoranti a New York nel terzo trimestre del prossimo anno. "Abbiamo scelto New York – ha spiegato l’amministratore delegato – perché si tratta di una piazza difficile e per noi rappresenta un test. I locali saranno uguali, ma posizionati in due zone diverse con classi sociali differenti". Alla domanda su quali saranno gli chef a cui verrà affidata la cucina, Colzani ha risposto: "Lo chef è la Barilla".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet