Siglato il rinnovo di contratto alla Bosch


Dall’annuncio di 138 esuberi alla promessa di 75 assunzioni entro il 2018. Non ha precedenti in provincia l’accordo per il rinnovo del contratto aziendale alla Bosch, multinazionale tedesca che in Emilia conta 1.300 dipendenti nei 3 stabilimenti di Nonantola e Pavullo nel modenese e Vezzano sul Crostolo nel reggiano. Proprio nella serata di venerdì santo, dopo una lunga e complessa trattativa durata 2 anni e una serie di scioperi, è stata firmata l’ipotesi di accordo per il rinnovo dell’integrativo che ora sarà oggetto del referendum tra i lavoratori. A darne notizia sono Cgil, Cisl e Uil sottolineando attraverso una nota congiunta che questo accordo punta a redistribuire il lavoro tra più persone intervenendo sulla riduzione degli orari, redistribuendo la produttività sotto forma di aumenti salariali e garantendo occupazione stabile”. Si tratta insomma del primo accordo di gruppo che, ripercorrendo il modello tedesco già importato alla Ducati e alla Lamborghini, unifica in modo quasi definitivo i trattamenti normativi e salariali dei lavoratori definendo un percorso di stabilizzazione degli addetti a tempo determinato, e a partire da maggio la rinuncia da parte dell’azienda all’utilizzo di lavoratori in staff leasing. Il superamento di questa forma di contratto e la stabilizzazione dei somministrati, trasformerà circa 75 lavoratori precari in assunzioni a tempo indeterminato. L’accordo prevede inoltre l’estensione del diritto alla mensa a tutti i lavoratori del gruppo e un premio di risultato fdi 2.100 euro uguale per tutti. Clima diverso invece all’Hesperia di Modena dove Cgil e Uil segnalano invece l’intenzione della direzione della clinica di esternalizzare il servizio di pulizia parlando di rischio licenziamento o comunque di forti decurtazioni salariali per 20 lavoratori che secondo i sindacati avrebbero anche subito pressioni psicologiche. Per questo motivo è stato preannunciato lo stato di agitazione in attesa di un incontro tra le parti.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet