Ducati, storico accordo sulla domenica


La Ducati Motor di Bologna apre all’era del lavoro domenicale: sindacato e azienda hanno raggiunto l’intesa per un ciclo produttivo su 21 turni (tre turni al giorno per sette giorni) che porta il reparto Officina (”cuore” delle lavorazioni meccaniche: qui si produce l’albero motore e a camme delle ”rosse” di Borgo Panigale) a lavorare anche al sabato e alla domenica, ma non nei festivi. La scorsa notte, l’ultima assemblea con gli operai del reparto (in tutto sono 66) ha dato l’ok all’intesa che prevede lo schema ribattezzato ”tre-due”: tre giorni al lavoro (nel turno del mattino, in quello del pomeriggio o notturno; tutti da otto ore massimo) e due a casa. “E’ il miglior schema possibile”, per la Fiom-Cgil. In totale, gli operai lavoreranno in media 30 ore settimanali, ma pagate 40. L’accordo porta inoltre 13 assunzioni. L’accordo è sperimentale, vale dal prossimo 1 ottobre fino al dicembre 2015, ma con una clausola: se non si firma l’integrativo aziendale per tutti i dipendenti Ducati Motor il modello ”tre-due” decade. Messi in fila tutti gli elementi, il 71% dei lavoratori dell’Officina ha dato l’ok.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet