Ducati, semestre da record: vendute 32.600 moto


Primo semestre dell’anno più che positivo, nelle vendite, per Ducati. La casa della ‘Rossa’ di Borgo Panigale – che proprio nello stabilimento bolognese ha registrato, nel periodo, 81 nuove assunzioni – ha chiuso i primi sei mesi del 2015 con un incremento dei volumi pari al 22% sul 2014 “facendo registrare il risultato record in assoluto della sua storia con 32.600 moto vendute in tutto il mondo”. La crescita, spiega una nota dell’azienda emiliana, “si registra in tutti i Paesi; le performance dei primi sei mesi del 2015 confermano gli Stati Uniti primo mercato con un aumento delle vendite pari al 10%. L’Italia registra la crescita più robusta (+51%), seguita da Spagna (+38%), Inghilterra (+36%), Germania (+24%) e Francia (+23%)”. Guardando al solo mese di giugno, viene spiegato nella nota, le vendite hanno riportato “il nuovo primato assoluto di oltre 7.400 moto, il 60% in più rispetto allo stesso mese del 2014. Giugno – si legge ancora – segna un mese record assoluto per Ducati anche in Nord America (oltre 1.900 moto vendute) e Giappone (oltre 500 moto vendute)”. Sui numeri del periodo gennaio-giugno, sottolinea la casa motociclistica, “ha influito il peso e il successo di Scrambler, il nuovo brand Ducati appena lanciato che nel primo semestre 2015 vede ben 9.000 moto consegnate. Completano il risultato positivo le 4.700 Multistrada 1200, 3.700 Monster 821 e oltre 3.000 Panigale. A queste si aggiungono Diavel, 899 Panigale, Hypermotard e Monster 1200”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet