Ducati, nel 2016 consegnati oltre 55mila bolidi


Il 2016 è stato un altro anno positivo per la Ducati motor di Bologna: ha consegnato 55.451 bolidi a due ruote a clienti di tutto il mondo, registrando per il settimo anno consecutivo un aumento delle vendite (+1,2%; 642 moto in piu’ rispetto al 2015). Il risultato si traduce in 731 milioni di euro di fatturato (+4,1% rispetto sui 702 milioni del 2015). Ducati, a chiusura dell’anno fiscale 2016, ha inoltre contribuito con un risultato operativo di 51 milioni di euro (erano 54 l’anno prima) e un margine operativo del 7%, al risultato di Audi group. I dati finanziari del colosso tedesco sul 2016, di cui Ducati rappresenta il segmento motociclistico, sono stati presentati alla conferenza stampa annuale che si e’ svolta nella sede Audi a Ingolstadt. I mercati dell’Europa hanno dato un contributo significativo al buon 2016 di Ducati: in molti la crescita è stata a doppia cifra. In Italia le vendite sono aumentate del 20%, mentre in Spagna del 38%. In Germania, le consegne hanno registrato un aumento dell’8%. Gli Stati Uniti si confermano primo mercato per Ducati, raggiungendo quota 8.787 moto consegnate ai clienti. Nei mercati extra-europei viene segnalata la performance significativa in Cina, dove Ducati ha raddoppiato il risultato dell’anno precedente (+120%). In Brasile, le consegne sono aumentate del 36%; in Argentina del 215%. “La continua evoluzione, qualitativa e tecnologica, della nostra gamma, il costante sviluppo della rete dei nostri dealer e l’efficacia di una strategia basata su investimenti destinati a prodotto, qualità e cliente, ha permesso all’azienda di proseguire nel suo cammino di crescita”, ha detto Claudio Domenicali, amministratore delegato di Ducati Motor, e “questo ci permette di guardare al futuro con ottimismo e con la consapevolezza di essere sulla giusta strada”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet