Doppietta Ferrari, Alonso “ringrazia” Massa


25 LUG 2010 – La Ferrari è tornata. Dopo 9 gare lontane dalla vittoria, le Rosse di Maranello centrano una bella doppietta nel Gran Premio di Hockenheim, con Fernando Alonso che precede il suo compagno di squadra Felipe Massa e Sebastian Vettel. Non mancano però le polemiche: Alonso ha infatti raggiunto la testa della corsa grazie a un sorpasso fin troppo facile sul compagno di squadra, che non ha lottato per mantenere la posizione. Un atteggiamento giudicato da qualcuno contrario al regolamento, che proibisce gli ordini di scuderia. "Alonso era un po’ più veloce di Massa" dice il portavoce della Ferrari Luca Colaianni "quindi non c’era motivo per rischiare. Si è trattato di un sorpasso tra compagni di squadra, l’importante era massimizzare il risultato". In classifica generale, alla metà esatta del campionato, la lotta ritorna apertissima: in testa c’è ancora Louis Hamilton, con 157 punti, seguito dal compagno di squadra Jenson Button a 143, poi i due piloti Red Bull appaiati a quota 136 e Alonso a 123. LA GARA – In partenza è Felipe Massa a trovare lo spunto migliore, che gli permette di balzare in testa dalla terza posizione. Dietro di lui si accoda subito Alonso, che scavalca con semplicità Vettel, autore di una partenza molto lenta dalla pole. Dietro Vettel ci sono Webber, Hamilton e Button. Il primo ad attaccare, sempre nel primo giro, è Hamilton, che scavalca Webber.I pit stop per i primi arrivano tra il 12° e il 14° giro: non cambia quasi nulla, soltanto Button riesce a scavalcare Webber rimanendo in pista più a lungo. Al 21° giro Alonso tenta il primo attacco a Massa, che però si difende strenuamente e rimane in testa.La gara sembra scivolare via senza nuovi scossoni, con Massa lanciato verso la vittoria un anno esatto dopo il terribile incidente di Budapest, che ne aveva messo a repentaglio la carriera. Purtroppo per lui, però, il vantaggio nei confronti di Alonso non cresce abbastanza, e dopo la metà di gara Alonso si rifà sotto. Dai box i tecnici Ferrari fanno notare via radio a Massa di essere più lento, Massa non risponde, ma al 49° giro lascia passare Alonso sollevando il piede dal gas. A fine gara la Fia sanzionerà la "strana" comunicazione della scuderia al pilota, un messaggio che chiaramente mascherava un ordine di scuderia, con una maxi-multa da 100 mila dollari. COSI’ ALL’ARRIVO – 1°Alonso, 2°Massa, 3°Vettel, 4°Hamilton, 5°Button, 6°Webber

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet