Dominio Stoner, Rossi e Ducati lontani


DOMENICA 20 MAR 2011 – Esordio da dimenticare per Valentino Rossi sulla sella della Ducati: nel Motogp del Qatar la coppia d’oro italiana rimedia soltanto un settimo posto. La distanza rispetto ai primi è importante, oltre 11 secondi al termine. Valentino e i tecnici di Borgo Panigale sapevano che sarebbe stata dura, ma forse non immaginavano di partire con un gap così pesante.Come previsto è stato Casey Stoner a vincere il primo Gp della stagione. La pista del Qatar, sulla quale l’anno scorso il pilota australiano aveva fatto una figura magrissima, cadendo stupidamente mentre era in testa, si rivela amica questa volta: l’australiano, partito della pole, fugge subito in compagnia del rivale-compagno di squadra Pedrosa, come al solito fortissimo nelle fasi iniziali. La coppia va a braccetto fino a metà gara, quando Stoner mette la freccia e sorpassa: nessuno riuscirà più ad avvicinarglisi fino alla bandiera a scacchi.Perso il contatto con il primo, Pedrosa arranca (al termine dirà di aver avuto qualche problema fisico), viene rimontato e sorpassato facilmente da Lorenzo. Il campione del mondo in carica non è completamente a suo agio, e non può impensierire Stoner, ma dimostra comunque di esserci e raccoglie, a fine gara, un secondo posto d’oro, in attesa di piste più favorevoli. Anche se la lotta per la vittoria si è risolta presto, la corsa è risultata piacevole. Alle spalle dei tre di testa, ha entusiasmato il duello tutto italiano tra Dovizioso e Simoncelli, che si è risolto a favore del primo, e quello tra Rossi e Spies, che ha visto vincere il pilota americano. Il Dottore ha sicuramente fatto il massimo, date le condizioni precarie della sua moto quanto della sua spalla. Per entusiasmare i tifosi, che un’accoppiata Rossi-Rossa la sognavano da anni, serve però ben altro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet