Domenica aperti: la rivoluzione di Coop Estense


©Trc-TelemodenaMODENA, 26 GEN. 2012 – Domenica all’ipermercato. A qualcuno non piace, piccoli negozianti e Cgil in particolare, ma si prepara una vera rivoluzione destinata ad incidere profondamente nelle abitudini dei modenesi. Da domenica prossima, infatti, i principali centri commerciali della provincia resteranno aperti nella maggioranza dei giorni festivi. Dopo Esselunga, Unes e Panorama che per primi avevano rotto l’intesa con il Comune di Modena sulle aperture a rotazione nei giorni festivi avvalendosi della possibilità offerta dal Governo con il provvedimento sulla liberalizzazione degli orari, infatti, ora anche LeClerc – Conad e Coop Estense hanno deciso di scendere in campo. E da domenica prossima, 29 gennaio, si parte. Saranno così aperti, La Rotonda, Grandemilia, I Portali, Il Borgogioioso e l’Ipercoop della Mirandola e fare la spesa nei giorni festivi promette di diventare una vera abitudine. Ad annunciare la decisione è stato oggi il Cda di Coop Estense, con alcune puntualizzazioni, a cominciare dal fatto che l’apertura sette giorni su sette è stata presa dal colosso cooperativo come risposta ai concorrenti. “Coop Estense – precisa infatti il Cda in una nota ufficiale – ha sempre sostenuto il valore della pianificazione delle aperture domenicali e festive, ma il quadro competitivo mutato impone alla cooperativa di organizzarsi per reagire”. Anche perché in ballo ci sono centinaia di posti di lavoro, 200 quelli stimati da Coop, che potrebbero essere messi in discussione dalla fuga dei consumatori verso strutture aperte la domenica anche nelle province vicine. Via libera dunque alla spesa nei giorni di festa, con una sola eccezione, precisa Coop Estense: le 7 principali festività civili e religiose, tra cui Pasqua, Natale, 25 aprile e 1° maggio, in cui iper e supermercati resteranno comunque chiusi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet