Il distretto della ceramica torna a crescere


Performance da record per la piastrella valley. Nella classifica sull’export stilata da Intesa Sanpaolo il distretto sassolese della ceramica registra, nel secondo trimestre, il maggior incremento tra i 147 distretti italiani monitorati. Un +8% che in termini assoluti vale 70 milioni in più su un totale di periodo che vale quasi un miliardo. Al secondo posto un altro distretto emiliano, quello del packacing che nel complesso cresce di 66 milioni, +12,8 in termini percentuali. Il tutto in un quadro in cui i distretti italiani hanno ripreso a crescere, sia pur del +0,2; dopo il -0,8 del primo trimestre.
Numeri che sembrano lanciare la settimana della Ceramica, con Cersaie e Tecnargilla momenti clou che si svolgerenno tra il 26 e il 30 settembre.
Mentre Cersaie svelerà le proprie carte in domani, la fiera dedicata alla tecnologia per la lavorazione delle pistralle che si svolge a Rimini con cadena biennale ha diffuso oggi i dati dell’edizione numero 25 che si svilupperà su 80.000 mq di superficie espositiva (in crescita del 7% sul 2014) con circa 500 espositori (il 40% provenienti da circa 25 nazioni), suddivisi in 5 sezioni tematiche: Tecnargilla, dedicata alle tecnologie per il settore piastrelle, Kromatech la vetrina più esclusiva sulle tendenze estetiche in ceramica, dalle materie prime agli smalti, dalla grafica ai prodotti per la decorazione digitale, e Claytech, l’area dedicata alle aziende fornitrici di macchine e attrezzature per il laterizio. Tra le novità, il debutto di T-White la nuova area espositiva dedicata alla produzione di macchinari e impianti per la produzione di sanitari e stoviglieria in ceramica.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet