Dimissioni Veltroni, per Cofferati non ci saranno riflessi su Bologna


BOLOGNA, 18 FEB. 2009 – Congresso subito "per arrivare il più in fretta possibile ad avere un segretario legittimato dal più ampio consenso". E’ la via migliore, secondo il sindaco di Bologna Sergio Cofferati, per uscire dalla crisi del Partito Democratico, dopo le dimissioni di Walter Veltroni. "Congresso subito. O per meglio dire, attivare subito le procedure statutarie sostitutive del congresso", ha ribadito il ‘Cinese’ che, anche nei mesi scorsi, aveva auspicato la stessa soluzione. L’obiettivo "è arrivare il più in fretta possibile ad avere un segretario legittimato dal più grande consenso", ha spiegato. Cofferati ha quindi bocciato l’ipotesi di una reggenza a tempo, in vista degli appuntamenti elettorali di giugno. "Quando un’organizzazione ha di fronte momenti difficili o vive una fase di crisi – ha ribadito – la soluzione migliore è quella di individuare subito la responsabilità più grande, cioè il segretario, con la forma di legittimazione più vasta e efficace".Secondo il sindaco di Bologna Sergio Cofferati la crisi del Partito Democratico non avrà ripercussioni locali in vista delle elezioni amministrative di giugno. "Riflessi qui? Nessuno. Non vedo problemi, non c’é nessun automatismo", si è limitato a dire, interpellato dai giornalisti a Palazzo d’Accursio.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet