Digitalizzazione, rivisitare modello industriale


Riorganizzare il lavoro, sul tema tutti d’accordo. Sia la Cgil di Maurizio Landini che la Confindustria Emilia di Alberto Vacchi, allo stesso tavolo per parlarne alla luce della digitalizzazione, sembrano d’accordo anche quando si tratta di commentare la proposta del consigliere regionale Piergiovanni Alleva sulla riduzione dell’orario di lavoro a 32 ore. Lavorare meno, lavorare tutti non va più di moda. “Serve di più una rivisitazione del modello industriale, anche alla luce della digitalizzazione” ha commentato Vacchi. D’accordo Landini, che però insiste sul referendum per voucher e appalti.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet