Dierre annuncia acquisizione di Ari-metal


Dierre S.p.A di Spezzano (Modena) annuncia la sottoscrizione di un accordo per l’acquisto del 100% del capitale sociale di ARI-metal s.r.l., società lombarda attiva da 24 anni nella produzione di soluzioni tecnologiche di profili strutturali in alluminio.

L’acquisizione di ARI-metal s.r.l., che verrà completata presumibilmente nel primo trimestre 2017, si inserisce all’interno di un più ampio percorso di crescita del gruppo, che mira a consolidare la propria posizione di leadership nel proprio mercato di riferimento attraverso il presidio diretto delle regioni a più alta densità industriale quali Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Toscana. L’operazione proietta i dati previsionali 2016 del gruppo Dierre verso un giro d’affari consolidato di circa 20 milioni di euro, equivalente a un aumento dell’oltre 30% rispetto all’esercizio precedente.

Gli attuali livelli occupazionali in ARI-metal rimarranno immutati così come le sedi produttive, commerciali e amministrative, situate oggi a Dolzago (Lecco).

Il piano industriale di crescita di Dierre è a lungo termine e prevede la creazione di un operatore di riferimento nel mercato domestico, attraverso investimenti in eccellenze manifatturiere italiane, che sia in grado raggiungere, in chiave prospettica, un ruolo rilevante anche in Europa. Il piano di sviluppo, avviato nel 2011 con un’acquisizione in Toscana e una in Veneto, ha assunto ulteriore concretezza attraverso l’ingresso, nel 2016, nella compagine sociale del fondo Gradiente I, gestito da Gradiente SGR, che ha rilevato il 40% delle azioni di Dierre SpA.

Giuseppe Rubbiani, presidente del gruppo spiega che “l’operazione interpreta lo spirito fortemente innovatore del nostro gruppo. L’acquisizione di un’attività d’eccellenza per il settore manifatturiero lombardo, quale ARI-metal, testimonia la fiducia nelle potenzialità dell’industria italiana”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet