Di Vaio ai ferri corti con il Bologna calcio


BOLOGNA, 12 GIU. 2009 – "Non esistono problemi sul contratto di Marco Di Vaio, che è stato rinnovato qualche settimana fa fino al 2011 ed è stato già depositato in Lega". Lo ha fatto sapere il Bologna, in risposta alle voci, diffuse nel pomeriggio di ieri, secondo cui l’attaccante romano, arrivato secondo nella classifica dei marcatori, sarebbe stato messo sul mercato dalla società rossoblù. Dopo la notizia della presunta rottura con il giocatore, dovuta al non raggiungimento di un accordo su un adeguamento del contratto, sul forum dei tifosi del Bologna erano subito partite le proteste. "Abbiamo avuto un incontro con il procuratore di Marco Di Vaio per un adeguamento sul contratto del giocatore. Lui ha fatto una richiesta non lieve, molto superiore a quello che ha sottoscritto con noi. Gli abbiamo fatto una controproposta, ma siamo sorpresi che non ci abbia pensato neanche un po’". Così il direttore sportivo del Bologna, Fabrizio Salvatori, in un colloquio telefonico con Sky Sport 24, ha risposto alle voci di rottura tra la società rossoblù e l’attaccante che, con 24 gol, è stato uno dei maggiori artefici della salvezza della squadra rossoblu. Malgrado tutte le rassicurazioni della società, restano comunque il sospetto che ormai il rapporto con il giocatore si sia rotto e l’incertezza sul suo futuro sotto le Due Torri. "In queste situazioni – ha detto Salvatori – c’é sempre qualcuno dietro che offre molto di più, squadre estere o anche italiane. E’ normale, quando un calciatore fa bene come ha fatto Di Vaio. Il fatto che ci siamo incontrati per un ritocco è già un segnale che c’é l’intenzione di arrivare". Salvatori ha poi ricordato come in passato Di Vaio ha più volte detto di trovarsi bene a Bologna e di voler restare in rossoblù. Ma evidentemente qualche problema c’é.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet