Denominazione d’origine, un premio a Piacenza


C’è anche un vino dall’Emilia Romagna tra i sei vincitori dei premi “Denominazione di origine 2015”, assegnati quest’anno al 22° Concorso Enologico Internazionale (Verona, 13-16 aprile 2015). A conquistarlo il Gutturnio Doc Frizzante “Tradizione Piacentina” 2014, dell’Azienda Agricola Il Poggiarello di Scrivello di Travo, in provincia di Piacenza. Il premio speciale “Denominazione di origine” introdotto per la prima volta nel 2012, viene assegnato al vino di ogni denominazione di origine italiana che, in assoluto, abbia conseguito il miglior punteggio, purché superata la soglia minima di 82/100 e a condizione che per ogni denominazione abbiano partecipato almeno 40 campioni. Complessivamente l’Emilia-Romagna, presente con 153 campioni, si è aggiudicata due Gran Medaglie d’oro (Romagnoli Cantine Società Agricola Spa, di Villò di Vigolzone, in provincia di Piacenza; Cantine Ceci Spa, di Torrile, in provincia di Parma), tre Medaglie d’oro (Mgm Mondo del Vino Srl, di Forlì; Amadei Federico di Parma; Cantine Riunite & Civ Società Cooperativa Agricola, di Campegine, in provincia di Reggio Emilia), una Medaglia d’argento (Cantina Santa Croce Società Agricola Cooperativa, di Santa Croce, in provincia di Modena;), due Medaglie di bronzo (Gruppo Ce.Vi.Co, di Lugo, in provincia di Ravenna; Medici Ermete & Figli S.r.l., di Reggio Emilia) e 35 Gran Menzioni. I vini iscritti quest’anno al Concorso enologico più rigoroso e selettivo al mondo sono stati quasi 3.000, quelli valutati 2.585; di questi 720 sono stati premiati con diploma di “Gran Menzione”, riconoscimento attribuito ai vini che ottengono i migliori punteggi (minimo 82/100) in ciascuna delle categorie. I primi venti vini di ogni categoria e gruppo previsti dal regolamento che hanno ottenuto il miglior punteggio sono stati rivalutati da tre commissioni diverse e quelli che hanno ottenuto le migliori performance sono stati rispettivamente insigniti con Gran Medaglia d’Oro, Medaglia d’Oro, Medaglia d’Argento e Medaglia di Bronzo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet