Delbono rimpasta la giunta, ma non l’allarga


BOLOGNA, 1 DIC. 2009 – A 5 mesi dal suo insediamento, primo rimpasto nella giunta di Flavio Delbono. Il sindaco distribuisce alcune delle deleghe che aveva mantenuto per sé, ma rinvia ancora l’allargamento della giunta alla lista comunista Prc-Pdci. "Abbiamo deciso di comune accordo di prenderci ancora un po’ di tempo", ha spiegato, sottolineando che "trovo naturale la loro presenza nell’esecutivo e il fatto che non si sia ancora materializzata non compromette nulla". Il rimpasto light ha confermato molte delle indiscrezioni già uscite sugli organi di stampa nei giorni scorsi. La sicurezza passa in capo all’assessore al commercio Plinio Lenzi dell’Idv, mentre Luciano Sita cede la delega al turismo a Nicoletta Mantovani, ma ottiene dal sindaco quella ai rapporti con l’università. Passa di mano anche il welfare, una delega che si era rivelata la prima gatta da pelare per il neo-eletto Delbono. A luglio, in pole position nel toto assessori, c’era infatti Bruno Pizzica dello Spi-Cgil, rimasto molto deluso dal dietrofront del primo cittadino. Ma ora la nuova responsabile dei servizi sociali sarà Luisa Lazzaroni, che si occupa già di volontariato."Credo sia un assetto più adeguato, rispetto a quello precedente – ha commentato Delbono – avevo detto che avrei atteso il primo momento utile per cambiare, non appena avessi avuto gli elementi necessari".  Al primo cittadino rimangono comunque in mano le deleghe su sanità e rapporti demaniali con lo stato.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet