Del Piero incanta Modena


MODENA, 5 AGO. 2010 – Come spesso gli succede, era partito dalla panchina. Ma appena gliene è stata data la possibilità, Alex Del Piero ha confezionato un prodigio balistico che da solo è valso il prezzo del biglietto pagato ieri dai tifosi presenti allo stadio di Modena. Una punizione da una trentina di metri pennellata in porta per non far finire 0-0 neppure una partita che contava poco: così la Juventus, già con un piede nei playoff di Europa League dopo la vittoria per 2-0 in Irlanda, ha ribattuto i biancoverdi di Dublino grazie al suo uomo simbolo che ancora una volta ha stupito. L’ennesima resurrezione di una carriera eterna è arrivata dopo che Del Neri aveva preferito Diego a Pinturicchio. Nonostante la pioggia torrenziale che ha caratterizzato il pre partita e anche buona parte del primo tempo, Modena ha risposto alla grande a questo impegno della Juventus, che si è esibita sotto gli occhi del presidente Andrea Agnelli, in tribuna d’onore con moglie e figlia. "Braglia" quindi praticamente esaurito in ogni ordine di posti, con folta, colorata e soprattutto coraggiosa rappresentanza irlandese, che incurante del temporale ha dato spettacolo cantando dal primo minuto. Questo tempo più da oltremanica che da agosto emiliano ha evidentemente giovato allo Shamrock Rovers, che ha giocato senza paura nonostante la minima possibilità di rimonta andando per primo vicinissimo al gol con un’inzuccata maligna di Dennehy. Solo la perfetta tenuta del terreno ha impedito che si giocasse in un acquitrino impraticabile, anche se la pioggia ha non poco condizionato il gioco soprattutto dei bianconeri, che si sono affidati più che ad azioni manovrate a inevitabili lanci lunghi e a iniziative personali di un Amauri che ha confermato il buon stato di forma. Nella ripresa spazio a Del Piero per un poco brillante Diego. Dopo una piccola tregua, al quarto d’ora è ricominciato l’acquazzone che ha condizionato nuovamente non poco i giocatori. La Juve ha avuto qui il suo miglior momento, e ci è voluto un super Mannus prima e un salvataggio sulla linea di Kavanagh poi per tenere lo 0-0. Però Mannus non ha poi potuto far nulla sul tracciante di Del Piero. Lo Shamrock ha comunque reagito con orgoglio e ha anche avuto un’occasione in mischia nel finale sventata da uno Storari sino a quel momento spettatore non pagante.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet