Deaton: “La crisi è alle spalle”


Si è chiusa al Bper Forum Monzani con il premio Nobel Angus Deaton, intervistato da Beppe Severgnini, la tre giorni di festeggiamenti per i 150 anni di Bper Banca che ha riempito piazza Roma portando la cultura con la C maiuscola.
A celebrare il secolo e mezzo dell’istituto modenese anche un francobollo che riporta la sede di via San Carlo, in stampa con 600mila esemplari, presentato ieri con uno speciale annullo filatelico. Ma è stato lo scozzese sir Angus Deaton, Premio Nobel per l’economia nel 2015, il grande protagonista dell’ultima serata con una lectio sul rapporto tra felicità e benessere economico. Studioso dei consumi, nella sua ultima opera, “La grande fuga” mette a fuoco le crescenti disuguaglianze mondiali. Il suo però è un approccio ottimistico: sostiene che oggi si sta meglio di ieri anche se in pochi se ne rendono conto, come gli italiani, popolo triste secondo i suoi studi.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet