Datalogic sbarca all’aeroporto di Francoforte


BOLOGNA, 2 AGO. 2011 – I viaggiatori che da oggi in poi, imbarcandosi all’Aeroporto internazionale di Francoforte-Hahn, risparmieranno fino a 25 minuti di code per le operazioni a terra, dovranno far pervenire i loro ringraziamenti a Calderara di Reno. Lo scalo ha infatti adottato i lettori di codici a barre di ultima generazione Gryphon prodotti dalla Datalogic per la lettura dei codici 2D delle carte d’imbarco e per il check-in.In vista della stagione estiva, che segna il picco di passeggeri, lo scalo tedesco aveva bisogno di sostituire il sistema manuale di raccolta dati con un metodo più veloce ed efficiente. Dopo un periodo di prova in cui sono state testate diverse soluzioni, l’Aeroporto di Hahn ha preferito le nuove tecnologie targate Datalogic. Soluzioni, che spiega l’azienda, garantiscono anche sul fronte della sicurezza dei viaggiatori (dallo scalo ne transitano circa 3,5 milioni all’anno). Grazie ai lettori Gryphon le informazioni dei viaggiatori possono essere automaticamente incrociate con quelle dei bagagli, che vengono così automaticamente indirizzati agli scali corretti, mettendo in evidenza eventuali difformità. "Siamo molto soddisfatti di questo accordo, perchè grazie ai lettori scanner di Datalogic potremo risparmiare tempo e ridurre cosi’ i costi, due aspetti che porteranno benefici sia agli utenti che ai nostri collaboratori", spiega Udo Preissner, direttore marketing e vendite dell’Aeroporto di Frankfurt-Hahn. "L’accordo con uno scalo aeroportuale così strategico per la Germania e l’Europa, conferma la leadership di Datalogic nel settore dei trasporti aerei, oltre che in quello più ampio dell’automatic data capture. Siamo felici di poter evidenziare che da oggi, grazie a Datalogic, prendere l’aereo a Francoforte sarà più veloce e sicuro", commenta l’amministratore delegato di Datalogic, Mauro Sacchetto.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet