Danfoss porta la produzione in Emilia


L’Emilia, e il bolognese in particolare, continuano ad attrarre investimenti stranieri. Se la multinazionale americana del tabacco Philip Morris punta a aprire, entro la fine dell’anno, lo stabilimento di Crespellano e la tedesca Audi, che controlla Lamborghini, ha deciso di produrre a San’Agata Bolognese il suv ‘Urus’, il gruppo danese Danfoss – multinazionale dell’ingegneria – è pronta a inaugurare, giovedì, un nuovo impianto a Castel San Pietro Terme, dove è stato scelto di trasferire la produzione slovacca della società. Nel dettaglio, nella cittadina alle porte del capoluogo emiliano e regionale, verrà inaugurato il nuovo stabilimento di Turolla, azienda meccanica attiva nel settore delle pompe oleodinamiche e parte, dal Duemila, della multinazionale che ha deciso di portare in Italia la produzione slovacca potenziando, così, l’attività della stessa Turolla. Nel nuovo stabilimento di Castel San Pietro Terme, il gruppo danese – che aveva annunciato lo spostamento delle attività slovacche lo scorso dicembre e che ha chiuso il 2014 con un fatturato di 4,6 miliardi di euro e 24.000 persone dipendenti – conta di concentrare tutta la sua attività produttiva europea,fatta eccezione, spiega una nota, per alcune lavorazioni che Danfoss ha deciso di esternalizzare. “Questa operazione – chiosa la nota – determinerà il raddoppio dei volumi produttivi italiani”, rafforzando così l’azione dell’impianto emiliano.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet