Dalla Regione dieci milioni per le imprese terremotate


BOLOGNA, 11 OTT. 2012 – La giunta dell’Emilia-Romagna ha approvato la la graduatoria che mette a disposizione risorse a fondo perduto per far ripartire le attività, in attesa della sistemazione definitiva, nelle aree colpite dal sisma dello scorso maggio. Nel complesso sono oltre 10 milioni gli euro messi a disposizione dall’Emilia-Romagna, 776 le imprese sostenute e 21 le aree temporanee individuate. Nel dettaglio, si legge in una nota, le risorse ammontano a 9,2 milioni per i privati e a 1,4 per gli enti locali. Il 50% dei fondi sarà immediatamente trasferito dalla Regione alle Province.Il bando permetterà di sostenere 776 imprese nelle quattro province del cratere e di allestire 21 zone già individuate dai Comuni che consentiranno un’aggregazione dell’offerta con caratteristiche simili a quelle dei centri storici. Tutte le imprese saranno finanziate negli importi massimi previsti dal bando, ossia l’80% della spesa ammissibile nei limiti di 15mila euro per progetto.La maggior parte delle domande (645), proviene da realtà della provincia di Modena segue, con 52 domande, la provincia di Ferrara, mentre sono 47 e 32, rispettivamente, le domande di contributo valutate provenienti dai territori di Bologna e Reggio Emilia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet