Da Reggio Emilia soccorsi per l’Abruzzo


© Telereggio6 APR. 2009 – Da qualche mese il comandante dei Vigili del Fuoco di Reggio, Roberto Lupica, è anche comandante dei pompieri dell’Aquila. In queste ore sta coordinando in Abruzzo gli interventi di soccorso. Assieme a lui, altri 12 uomini da Reggio Emilia sono partiti per l’Aquila verso le 6. Dopo la scossa che alle 3.30 di stanotte ha colpito la zona attorno al capoluogo abruzzese, i nostri vigili del fuoco sono stati immediatamente allertati. Le operazioni di invio dei soccorsi verso l’Aquila sono state coordinate dal Vice Comandante provinciale. Il terremoto ha fatto registrare una magnitudo 5.8 della scala Richter che avrebbe provocato oltre 30 morti e decine di feriti. Almeno 50mila sarebbero le persone senza tetto. Al momento il comandante Lupica e i suoi uomini stanno lavorando per prestare aiuto ed è impossibile raggiungerli telefonicamente. In Abruzzo sono arrivati, per il momento, dalla nostra provincia 10 Vigili del Fuoco con cinque mezzi, una unità cinofila di ricerca e un elicotterista che è decollato in mattinata da Bologna. Ma la protezione civile regionale sta organizzando in queste ore uomini e mezzi per portare aiuto alle popolazioni dell’Abruzzo. Nelle prossime ore sapremo chi partirà dalla nostra provincia e con quali mezzi. ‘Il terremoto che ha colpito oggi l’Abruzzo è la peggiore tragedia di questo inizio di millennio, ha sottolineato il capo della protezione civile, Guido Bertolaso. L’evento, ha poi aggiunto lo stesso Bertolaso, é paragonabile, se non superiore, al terremoto che ha colpito in passato l’Umbria e le Marche.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet