Da Gvc 13 milioni per progetti in 26 paesi


BOLOGNA 10 GIU. 2011 – Tredici milioni di euro. Sono le risorse ricevute dalla Ong Gvc nel 2010 da enti finanziatori e utilizzate per realizzare progetti di solidarietà in 26 Paesi del mondo. È il dato principale che emerge dal bilancio approvato dall’assemblea dei soci. "Il 2010 è stato un anno particolarmente importante per noi – ha commentato Patrizia Santillo, presidente – ma non nascondiamo la forte preoccupazione per la tendenza alla riduzione degli investimenti destinati alla cooperazione allo sviluppo, a fronte di una domanda che continua a crescere, da parte del governo italiano, in termini economici ma anche politici".Accanto alle aree a cui è storicamente legato (Vietnam, Palestina, Burundi, Brasile, Cuba, Peru’, Mozambico e Guatemale), il Gvc ha attivato nel corso del 2010, tra gli altri, progetti di emergenza ad Haiti, dove in collaborazione con le Nazioni Unite ed Echo, l’agenzia per l’emergenza della Commissione europea, risulta impegnata in ambito sanitario e agricolo, in Siria e in Tunisia, e nei campi profughi al confine con la Libia.L’assemblea dei soci ha anche nominato 2 nuovi membri nel Consiglio direttivo di Gvc. Si tratta di Rossana Giacconi, esperta in valutazione di progetti del Fondo sociale europeo, e Franco De Giorgi, dirigente dell’azienda ospedaliera di Bolzano e da lungo tempo socio della On. Al termine dell’assemblea è stato anche nominato Roberto Borroni, già parlamentare e sottosegretario all’Agricoltura, nuovo vicepresidente della Ong.Gvc, nata a Bologna 40 anni fa, è oggi tra le prime 10 organizzazioni non governative italiane nella cooperazione allo sviluppo. (fonte: redattoresociale.it)

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet