D’Alema a Bologna: incivili e assurde le norme anti-stranieri


BOLOGNA, 7 MAG. 2009 – Il provvedimento sulla sicurezza "contiene norme molto gravi. Sono norme che non hanno luogo in altri paesi democratici e gravemente discriminatorie". Massimo D’Alema giudica così il provvedimento sui temi della sicurezza in discussione in Parlamento ed osserva che a suo giudizio le norme in discussione sono "anche molto rischiose per la sicurezza del paese perché potranno avere come effetto quello di aggravare la clandestinità e di spingere i clandestini a nascondersi e a legarsi alla criminalità organizzata". "Quando le persone sono messe nella condizione di non potersi curare, e di non poter mandare a scuola i loro figli – conclude D’Alema – questo a mio giudizio aggrava l’insicurezza. Sono veramente misure assurde e incivili".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet