Crollo in Borsa per Unicredit


4 GEN. 2012 – Giornata di fuoco per Unicredit in Borsa. Dopo essere stato sospeso due volte in mattinata dagli scambi, il titolo ha chiuso con una perdita record, pari a -14,45%. A provocare lo scivolone l’annuncio, all’apertura di piazza Affari, del prezzo di sottoscrizione dell’aumento di capitale di Unicredit. Una ricapitalizzazione da 7,5 miliardi di euro.Il cda della banca ha stabilito in 1,943 euro per azione il prezzo dell’aumento di capitale nel rapporto di opzione di 2 azioni di nuova emissione ogni azione posseduta. Il prezzo tiene conto del mercato e incorpora uno sconto del 43% circa rispetto al prezzo teorico. Tale sconto è il più alto fra quelli applicati nelle ultime operazioni di aumenti di capitale da parte di istituti italiani.Gli azionisti si sono impegnati a sottoscrivere l’aumento fino, a quanto risulta alla banca, al 24% delle azioni oggetto dell’offerta.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet