Crisi, per fortuna che c’è il casinò


5 MAR. 2009 – “Evviva, così non devo licenziare nessuno”. E’ stato il primo pensiero di un imprenditore bolognese che ieri, puntando sette euro alla slot machine di euro ne ha vinti 536 mila. All’inizio pensava che la macchina si fosse rotta, poi ha visto che gli operatori della sala da gioco sono accorsi e ha capito che aveva vinto la grossa cifra indicata sul display.Il fatto è avvenuto nella sede distaccata del Casinò di Venezia. Il fortunato giocatore è il titolare di un’azienda che produce patatine, cracker e grissini. Un’attività ultimamente morsa dalla crisi, tant’è che stavano per essere lasciati a casa tre dei dieci dipendenti della ditta. Un pericolo scongiurato, visto che ora quella vincita da mezzo milione di euro significa una boccata d’ossigeno per l’azienda del fortunato imprenditore.“Wheel of Gold”, la ruota d’oro, è il nome della macchina che ha dispensato i 536 mila euro. Si trova in una sala insieme ad altre 691 slot. Quando un giocatore si aggiudica una grossa somma, l’apparecchio si blocca, facendo apparire la cifra della vincita su di un display. Non è proprio come nei film, dove una cascata di monete travolge il fortunato vincitore. L’ammontare viene ritirato tramite assegno o bonifico.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet