Crisi, la fuga (dall’euro) come migliore arma di difesa


© Telereggio26 APR. 2012 – A giudizio di alcuni, politici soprattutto, è l’origine di tutti i mali: rincaro dei prezzi, stipendi tra i più bassi d’Europa, perdita del potere d’acquisto. L’introduzione della moneta unica ha certamente cambiato la nostra vita di tutti i giorni. Resta da capire se in meglio o in peggio.Di questo si parlerà nella puntata di questa sera di Servizio Pubblico in onda alle 21.00 su Telereggio (e su Trc Telemodena). Michele Santoro torna sulla questione euro, soffermandosi in particolare su un dilemma: l’uscita dalla moneta unica e il ritorno alla vecchia lira può rappresentare per l’Italia un efficace tentativo di arginare una crisi economica senza precedenti?
Alla luce della crisi dei mercati e i risultati delle elezioni francesi, in cui è in testa il socialista Francois Hollande, pare che sia sempre più in discussione l’eurozona. Si è dunque rivelato un fallimento il principio aggregatore dell’Unione Europea e la sua moneta unica?"Uscire dall’euro?" è il titolo che farà da collante alle tre ore di diretta da Cinecittà. Ospiti in studio il responsabile per l’economia e il lavoro del Partito democratico Stefano Fassina e il deputato del Popolo della libertà Alessandra Mussolini. Ci saranno poi il giornalista di Repubblica Federico Rampini e l’economista Eugenio Benetazzo. I loro interventi saranno intervallati da quelli abituali di Marco Travaglio e del vignettista Vauro.Come ogni giovedì, su Telereggio il programma di Michele Santoro sarà preceduto da "Aspettando Servizio Pubblico", rubrica a cura della redazione di Telereggio.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet