Crif: “Aumenta richiesta prestiti”


E’ cresciuta del 3,3% sullo stesso mese dell’anno precedente, la richiesta di prestiti – personali e finalizzati – da parte degli italiani a febbraio. E’ quanto emerge dal numero di interrogazioni registrate sul sistema di informazioni creditizie di Crif. Nel dettaglio, viene spiegato in una nota, i prestiti personali hanno fatto registrare un incremento del 9,6% mentre quelli finalizzati sono calati del 2,2%. Lo scorso mese, osserva Crif, ha fatto segnare il record assoluto relativamente all’importo medio dei prestiti richiesti dalle famiglie, che nell’aggregato di prestiti personali e finalizzati è assestato a 9.935 euro con una crescita del 6,1% rispetto allo stesso mese del 2017. Per quanto riguarda i prestiti finalizzati l’importo medio è stato pari a 6.649 euro (+5,8%) mentre i prestiti personali hanno riportato un incremento del 3% dell’importo medio che si è attestato a 13.588 euro. Quanto alla distribuzione delle richieste di prestiti per durata, la classe superiore ai 5 anni è quella in cui si concentrano le preferenze degli italiani, con una quota pari al 26,6% del totale (+2,1% sul 2017) mentre si registra una contrazione per la classe di durata inferiore ai 12 mesi, che passa dal 16,5% al 14,9% del totale. Per quanto riguarda i prestiti finalizzati, le richieste si sono concentrate per il 24,2% nella fascia di durata inferiore ai 12 mesi (-2%) mentre le richieste di prestiti personali si sono indirizzate verso la fascia di durata superiore ai 5 anni pari al 45,8% del totale (+1,3%). Osservando, infine, la distribuzione delle interrogazioni in relazione all’età del richiedente, l’ultimo aggiornamento del Barometro Crif evidenzia come nel primo bimestre 2018 sia stata la fascia compresa tra i 45 e i 54 anni ad essere quella maggioritaria, con una quota pari al 25,5% del totale, seguita da quella tra i 35 e i 44 anni, con il 23,2%.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet