Cresce il turismo dell’Emilia Romagna


Più italiani che stranieri, più costa che città d’arte resta comunque un dato: l’Emilia Romagna prosegue la sua strada di regione a vocazione turistica tanto che nel primo semestre 2017 si sono registrate 17 milioni di presenze. A svolgere ed elaborare l’indagine l’osservatorio turistico regionale di Unioncamere Emilia Romagna e Regione che ha fatto una stima anche dell’incidenza del settore sul Pil emiliano romagnolo anticipando alcuni dati di una ricerca che sarà presentata a settembre. Il turismo occupa 160mila dipendenti, il 9,8% del totale, e produce 14,6 miliardi di valore aggiunto, ovvero l’11% dell’economia.
Il boom è dovuto al bel tempo che ha contrassegnato la primavera, ma anche alle tensioni internazionali che portano il turismo a preferire l’Italia come destinazione.
Rimini, Ferrara e Ravenna le province ai vertici della classifica regionale per occupazione e valore aggiunto dell’economia regionale, Bologna si posizione al 5 posto in fondo, invece, Modena e Reggio Emilia.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet