Cresce il tesoro di Tanzi. Consegnati altri 13 quadri


PARMA, 9 FEB. 2010 – Dal tesoro nascosto di Calisto Tanzi spuntano altri tredici dipinti di "grande valore", che si vanno ad aggiungere alla sessantina di quadri già sequestrati nelle scorse settimane. E’ lo stesso cavaliere che ha deciso di consegnare le opere, tra cui figurano un Kandinski e un De Nittis. Lo ha fatto ieri in Procura a Parma. "Tanzi ha consegnato spontaneamente altri quadri – ha detto oggi il procuratore della Repubblica Gerardo Laguardia – sono opere di valore e sono già state trasportate negli uffici della sovrintendenza". Dopo la consegna, l’ex patron Parmalat non ha rilasciato alcuna dichiarazione riservandosi di rispondere alle domande della pm Lucia Russo nel corso di un interrogatorio che deve essere ancora fissato. "Tanzi – ha continuato il procuratore – ha detto una sola cosa: di non essere sicuro cioé se i quadri siano di sua proprietà o di sua moglie. Al momento non abbiamo elementi per ritenere se vi siano altri quadri appartenenti alla collezione dell’ex patron". Il numero complessivo dei quadri sequestrati sfiora ormai gli 80. Per quanto riguarda le altre opere di cui era nota l’esistenza grazie ai contratti assicurativi stipulati dalla famiglia Tanzi, il procuratore ha spiegato che queste sono state tutte ritrovate.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet