Cresce il fronteper il 100% alle imprese


BOLOGNA, 1 FEB. 2013 – E’ atteso a breve un Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri "che recepisce i rimborsi al 100% per gli immobili adibiti ad abitazioni e aziende", che siano stati danneggiati dal sisma del maggio 2012. Ad annunciarlo in una nota è l’assessore regionale Gian Carlo Muzzarelli, al termine del Tavolo per la crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva, convocato oggi dal presidente della Regione e commissario alla ricostruzione, Vasco Errani. "Una valutazione positiva dell’avvio della ricostruzione e piena condivisione delle richieste che la Regione ha avanzato, nei giorni scorsi, al Governo". Al Tavolo è stato fatto il punto sugli interventi e le misure per la ricostruzione e sono stati illustrati i sette provvedimenti sollecitati al Governo, giudicati necessari per accelerare le procedure ma ancora mancanti. "Occorre che il Governo – ha sottolineato Muzzarelli – acceleri l’emanazione degli atti di sua competenza affinché proceda più spedita la ricostruzione e la ripresa nelle aree colpite. Il commissario è pronto ad emanare nuove ordinanze per completare l’impianto della ricostruzione, ma questo può avvenire solo alla luce di provvedimenti dell’esecutivo, che si é sempre impegnato in questa direzione. Ora restiamo in attesa di atti conseguenti".E sono in arrivo anche le azioni messe in campo da un nuovo bando per progettare opportunità per le persone e per le imprese dell’Emilia colpite dal terremoto. Previsti piani formativi aziendali o interaziendali, corsi per i dipendenti, interventi per sostenere nuove assunzioni e favorire la rete di partenariato e rete tra soggetti. Le nuove misure sono state individuate dalla Regione Emilia Romagna per i 54 comuni del cratere grazie ai 40 milioni e 714mila euro del contributo di solidarietà proveniente dalle regioni italiane e costituito da risorse del Fondo Sociale europeo. Obiettivo: sostenere le imprese e favorire nuova occupazione. Le operazioni dovranno essere presentate per via telematica dal sito della regione entro il 12 giugno prossimo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet