Credito piccola impresa,in due anni -7,3%


MODENA, 18 MAR. 2013 – In due anni prestiti in calo del 7,3%. A rivelarlo è l’osservatorio sul credito alla piccola impresa (sotto i 20 addetti) della Fondazione Impresa che ha elaborato i dati Bankitalia. La provincia modenese – secondo l’analisi – presenta una consistenza di impieghi vivi (ovvero al netto delle sofferenze) nel 2012 pari a 2,4 miliardi di euro, 200 milioni in meno rispetto al 2010, quando la quota si attestata a 2,6 miliardi. Determinando così una variazione percentuale di -7,3%, più alta di quanto si registra a livello nazionale a quota -7,1%. Nella classifica nazionale elaborata da Fondazione Impresa Modena è ventinovesima e quarta in regione (a precederla Reggio Emilia, Rimini e Parma). Ma se consideriamo che Modena porta avanti la bandiera del Made in Italy, esportando in tutto il mondo, la mancanza di credito può pesare come un macigno. Se a questo aggiungiamo che l’Emilia Romagna si posiziona alta nella non lusinghiera classifica del disagio economico realizzata dal Centro studi Sintesi per il Sole 24 ore, il quadro assume tinte ancora più fosche. Nella classifica dei peggiori, infatti, si trova anche l’Emilia Romagna dove – solo per citare alcuni degli indicatori presi in esame dall’analisi – il ricorso agli ammortizzatori sociali è cresciuto in maniera esponenziale, del 971% e dove i debiti accumulati dalle aziende sono cresciuti del 142%. Più disagio occupazionale, dunque, più debiti e in aggiunga anche meno investimenti a quota -20%.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet